Provincia di Bologna

Salsiccia Casereccia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Tipica salsiccia romagnola di alta qualità costituita dall’impasto di carne suina magra.

Le carni utilizzate sono esclusivamente di suino pesante italiano.

Gli ingredienti: suino, sale, destrosio, spezie, e aromi. Antiossidante:ascorbato di sodio.

Conservanti: nitrato di potassio, nitrito di sodio.

Prodotto di carne italiana. Prodotto privo di latte e/o caseinati e derivati del grano.

 

Tecniche di produzione: Le carni utilizzate sono scelte fra le più tenere, fondello, e saporite, pancetta, del maiale.

Per la preparazione della materia prima le frazioni muscolari e adipose sono mondate accuratamente asportando le parti connettivali di maggiori dimensioni ed il tessuto adiposo molle.

La preparazione della salsiccia casareccia è effettuata con la macinatura delle carni selezionate in tritacarne in modo che l’impasto sia a macinatura media-fine e l’impastatura di tutti gli ingredienti in macchine a pressione atmosferica.

La salsiccia casareccia è insaccata in budello naturale di suino, budellina. La legatura con spago è effettuata a mano.

Seguono le fasi di asciugamento e stagionatura.

L’asciugamento della salsiccia casareccia è effettuato a caldo, a una temperatura compresa fra i 12° e i 14°C.

L’asciugamento consente una rapida disidratazione delle frazioni superficiali nei primi giorni del trattamento.

La stagionatura è condotta in locali, celle, dove è assicurato un sufficiente ricambio di aria alla temperatura di 12°C-13°C, mantenendo condizioni ambientali ottimali.

Il tempo di stagionatura della salsiccia casareccia è di tre settimane

 

Proprietà Organolettiche:
Aspetto al taglio: la fetta si presenta compatta ed omogenea e molto magra.
Il prodotto è compatto, di consistenza non elastica.
Profumo: delicato.
Gusto: dolce e delicato.
Colore: rosso rubino.

 

Zona di produzione: L'area di produzione, trasformazione ed elaborazione è rappresentata dai territori delle Province di Ravenna, Forlì, Rimini e Bologna.

 

Abbinamenti col vino: Consigliato l’abbinamento con vini bianchi, ( Trebbiano di Romagna e Pignoletto Colli di Imola).

Come arrivare nella località
Ultimo aggiornamento: 18-10-2013

A cura della Redazione Area imolese