Sei in:  Home , Enogastronomia , Prodotti tipici , Trebbiano di Romagna D.O.C.

Sito ufficiale di Informazione Turistica dell'Area Imolese

Trebbiano di Romagna D.O.C.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Composto per l'85% da uve del vitigno Trebbiano, mentre il restante 15% proviene da uve a bacca bianca di altri vitigni, tranne quelli aromatici e l'Albana, raccomandati e autorizzati nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Bologna, Rimini.

La produzione massima ammessa è di 14 t per ettaro con una resa massima in vino del 70%.

Il trebbiano di Romagna ha un colore giallo paglierino più o meno intenso, odore vinoso e gradevole, sapore asciutto, sapido, armonico, ben equilibrato, frizzante nel tipo specifico.

La gradazione alcolica minima è 11,5°C. Si degusta a 10°C, da bersi giovane.
Tipologia frizzante: ha un titolo alcolometrico minimo pari a 10,5%, da degustarsi a 8°C, è ottimo come aperitivo.

Il tipo Secco, si accompagna a dolci e dessert nelle versioni Amabile e Dolce.

 

Riferimenti Normativi: Riconoscimento della denominazione di origine controllata: DPR 31 agosto 1973.


Zona di produzione: Parte delle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Bologna, Rimini.


Abbinamenti: Il Trebbiano servito a 7° - 8° C è ideale per iniziare un pranzo con un ottimo aperitivo. Si abbina perfettamente anche ad ostriche, frutti di mare, carni non troppo saporite, antipasti freddi a base di verdure, insalate di pollo. I primi piatti che il Trebbiano esalta sono quelli conditi con salse a base di pesce ma è indicatissimo anche con i formaggi freschi, leggermente salati o a pasta dolce.

 

Cenni Storici e Geografici: Il Trebbiano viene citato per la prima volta nella "Storia Naturale" di Plinio: il "Trebulanus" portato dai legionari romani. Tuttavia, si ritiene che già gli Etruschi lo conoscessero. Bisogna però attendere il 1300 per reperire una fonte attendibile: il Trebbiano si trova infatti incluso nell'elenco dei vini custoditi nel palazzo della Signoria di Firenze (allora sede dei priori) stilato, come riporta Alberto Baronetto, nel 1364. Questo testimonia come fin dal XIV secolo il Trebbiano fosse considerato un vino particolarmente raffinato e adatto ai pranzi importanti.

 

Consorzio di Tutela:

Ente Tutela Vini di Romagna 
C.so Garibaldi, 2 - 48018 Faenza (Ra) 
Tel. +39 0546 28455 - Fax +39 0546 665063 
entevini@mbox.queen.it

 

Comitato D.O.C. Colli d'Imola
via Boccaccio, 27 - 40026 Imola (BO) 
Tel.  +39 0542 602400 -  Fax +39 0542 602426
agricoltura@comune.imola.bo.it

Come arrivare nella località
Ultimo aggiornamento: 18-10-2013