Sito ufficiale di Informazione Turistica dell'Area Imolese

Dozza

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dozza - Il Borgo Medievale
Dozza - Il Borgo Medievale

Il centro storico di Dozza, con la caratteristica forma a fuso, è posto sul crinale di una collina che domina la valle del Sellustra e digrada dolcemente verso la via Emilia.

L'integrità dell'originale tessuto edilizio risalente al medioevo è rimasta salvaguardata, immune da interventi stridenti e la stretta simbiosi tra l'imponente rocca all'apice del paese e il sottostante insediamento residenziale, che segue il tracciato delle antiche mura, comunicano immediatamente l'armonia tra natura e intervento dell'uomo.

Ancora oggi il borgo è percorso da due strade parallele che dalla porta d'ingresso terminano nello spiazzo della Rocca.

Si accede al borgo da una porta ad arco del 1614, aperta nel Rivellino, opera di difesa tre-quattrocentesca a pianta rotonda e ora parzialmente interrata, insieme all'intero ponte levatoio.

L'arte si fa paesaggio urbano ed arreda i muri delle case, le strade e le piazze, dando luce ad ogni angolo ed aprendo suggestioni improvvise. Anche questo è Dozza.

Per la precisione è la Biennale d'arte del "Muro Dipinto", singolare manifestazione settembrina di pittura sui muri delle case, nel corso della quale gli artisti dipingono "dal vivo", davanti al pubblico.

La prima edizione fu organizzata dalla Pro Loco nel 1960, da un'idea di Tommaso Seragnoli e grazie alla collaborazione di altri cittadini dozzesi quali Fernando Baroncini, Ennio Sangiorgi, Gino Gardi, Mario Guermandi e Gino Nereidi.

Da allora la manifestazione si è sempre più qualificata divenendo biennale d'arte moderna, nobilitata dalla partecipazione di importanti maestri della pittura, fra i quali Matta, Saetti, Sassu, Licata, Purificato, Brindisi, Sughi, Schweizer, Zancanaro, Frasnedi, Gagliardi, Mascellani e Zigaine.

Il "Muro Dipinto" lasciò infatti, ben presto, la formula dell'estemporanea indiscriminata e fu una delle prime rassegne italiane ad abolire premi e graduatorie per puntare al primato dell'artista rispetto alle tentazioni egemoniche della critica.

Sono stati oltre 200 gli artisti che hanno preso parte alle 18 edizioni fin qui svolte, trasformando il borgo medievale in un vero e proprio museo a cielo aperto, con oltre 90 affreschi ad impreziosire le facciate delle case.

Da qualche anno vengono effettuate anche sessioni di restauro delle opere per garantirne la migliore conservazione. Un'edizione speciale del "Muro Dipinto" si è svolta nel 2000, nell'ambito di "Bologna capitale europea della Cultura".

Alcuni "strappi" degli affreschi sono conservati nella Pinacoteca, allestita all'interno della Rocca.

 
 
Alcuni dati
Distanza da Bologna:
Km. 30 (Imola Km. 8)
 
Altitudine:
190 m s.l.m.
 
Popolazione:
6.516 (al 31.12.2010)
 
Giorno di mercato:
mercoledì
 
Patrono:
Madonna del Calanco (Dozza), S. Maria del Carmine (Toscanella)
 
Frazioni:
Toscanella
 
Come arrivare

Auto

  • Strade:
    da Bologna: imboccare la Strada Statale 9 (Via Emilia) fino a Toscanella di Dozza e girare a destra in Via Calanco seguendo le indicazioni per Dozza
    da Imola: imboccare la Strada Statale 9 (Via Emilia) fino a Toscanella di Dozza e girare a sinistra in Via Calanco seguendo le indicazioni per Dozza

  • Autostrade:
    da Bologna: prendere l'autostrada A14 in direzione Ancona e uscire al casello autostradale di Imola 
    da Rimini/Ravenna: prendere l'autostrada A14 in direzione Bologna e uscire al casello autostradale di Imola
    da Firenze: percorrere l’Autostrada A1, in prossimità di Bologna, prendere l'autostrada A14 in direzione Ancona e uscire al casello autostradale di Imola
 

Autobus

Dall'Autostazione delle corriere di Bologna, con l'Azienda di Trasporto Pubblico ATC (per fermate, orari e tariffe visita il sito ATC):

 

Treno

Dalla Stazione Centrale di Bologna (per fermate, orari e tariffe visita il sito Trenitalia):

  • Linea Bologna-Ancona-Rimini fermata Castel San Pietro Terme.
 

Aereo

  • Aeroporto G. Marconi di Bologna (distanza km. 44) Collegamenti ogni 15-30 minuti da e per l'Aeroporto: linea Aerobus BLQ (aeroporto-Bologna centro-Bologna Stazione centrale FS).
  • Aeroporto L. Ridolfi di Forlì (distanza km. 52) Collegamenti da e per l'Aeroporto: linea Aerobus (aeroporto-Forlì Stazione FS)
  • Aeroporto F. Fellini di Rimini (distanza km. 95) Collegamenti da e per l'Aeroporto: linea 9, ogni 30 minuti, (aeroporto-Rimini Stazione FS).
Manifestazioni ricorrenti

Il Vino è in Festa: primo fine settimana di maggio.

Festa delle Arzdore: inizio settembre.

Biennale del Muro Dipinto: metà settembre (ogni 2 anni).

Per informazioni

Fondazione Dozza Città d'Arte
Piazzale della Rocca, 6/a – 40050 Dozza (BO)
Tel.: +39 0542 678240
rocca@comune.dozza.bo.it
www.fondazionedozza.it

 

Comune di Dozza
Via XX Settembre, 37 – 40050 Dozza (BO)

Tel.: +39 0542 678116 - 678351; Fax: +39 0542 678270

info@comune.dozza.bo.it - www.comune.dozza.bo.it

 

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Dozza
Piazza Libertà, 3 - Località Toscanella, 40060 Dozza (BO)
Tel.: +39 0542 672408; Fax: +39 0542 672293
urp@comune.dozza.bo.it

Ultimo aggiornamento: 17-04-2015